logo
Visit Us

micamera.com --- the photobookstore



This post is also available in: Eng

Apr
10
Mer
2019
Silvia Camporesi: Il mondo è tutto ciò che accade @ Micamera
Apr 10@19:00–21:30

This post is also available in: Eng

da Sink or Float, censimento per il comune di Savignano sul Rubicone.

 

10 aprile 2019_ ore 19
Silvia Camporesi: Il mondo è tutto ciò che accade (Danilo Montanari, 2018)
presentazione e firmacopie

Sono quasi venti gli anni che Silvia Camporesi ripercorre in questo volume. Curato dall’autrice stessa, il libro è diviso per sezioni tematiche, ciascuna introdotta da una scheda che contestualizza il lavoro.

In questo lungo percorso artistico, diversi lavori hanno visto un coinvolgimento di Micamera: La Terza Venezia, Sink or Float (censimento fotografico per il Comune di Savignano sul Rubicone),  Fare Arte.

Il mondo è tutto ciò che accade. Il titolo è una citazione di Wittgenstein, dal Trattato Logico-filosofico che stabilisce i criteri per cui un linguaggio può essere definito sensato. Delle sette proposizioni, la prima è appunto ‘Il mondo è tutto ciò che accade’. L’ultima: ’Su ciò di cui non si può parlare, si deve tacere’.
Chissà se si può fare una fotografia.

Il volume contiene anche un testo di Claudia Casali, direttrice del MIC di Faenza, che riporta una conversazione tra l’artista e il critico e curatore Carlo Sala.

 

 

Silvia Camporesi
Il mondo è tutto ciò che accade
Danilo Montanari Editore, 2018

Copertina morbida, 16×22 cm
, 116 pagine, colori e b/n

prenota la tua copia firmata

 

 

 

 

Silvia Camporesi è nata a Forlì nel 1973, laureata in filosofia, vive e lavora a Forlì.
 Attraverso i linguaggi della fotografia e del video costruisce racconti che traggono spunto dal mito, dalla letteratura, dalle religioni e dalla vita reale. Negli ultimi anni la sua ricerca è dedicata al  paesaggio italiano.
Dal 2003 tiene personali in Italia  – Dance dance dance al MAR di Ravenna nel 2007; La Terza Venezia alla Galleria Photographica fine art di Lugano nel 2011; Qualche volta, di notte alla MLB home gallery di Ferrara nel 2012, Souvenir Universo alla Galleria Z2O di Roma nel 2013, Planasia al Festival di Fotografia Europea di Reggio Emilia nel 2014 – e all’estero –  Terrestrial clues all’Istituto italiano di cultura di Pechino nel 2006; À perte de vue alla Chambre Blanche in Quebec (CAN) nel 2011; 2112, al Saint James Cavalier di Valletta (Malta) nel 2013, Atlas Italiae all’ Abbaye de Neumünster in Lussemburgo nel 2015.

Fra le collettive ha partecipato a: Italian camera, Isola di San Servolo, Venezia nel 2005; Confini al PAC di Ferrara nel 2007; Con gli occhi, con la testa, col cuore al Mart di Rovereto nel 2012,  Italia inside out a Palazzo della Ragione, Milano nel 2015, Extraordinary visions al MAXXI a Roma nel 2016.

Nel 2007 ha vinto il Premio Celeste per la fotografia;  è fra i finalisti del Talent Prize nel 2008 e del Premio Terna nel 2010;  ha vinto il premio Francesco Fabbri per la fotografia nel 2013, il premio Rotary di Artefiera 2015, e il Premio BNL 2016.  Ha pubblicato tre libri fotografici: La Terza Venezia (Trolley, 2012); Journey to Armenia (Quaderni di Gente di Fotografia, 2014) e Atlas Italiae (Peliti Associati, 2015). Sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private.

 

Set
25
Mer
2019
BLOW UP PRESS, l’editore a Milano @ Micamera
Set 25@10:00–Set 26@21:00

This post is also available in: Eng

Aneta Kowalczyk e Grzegorz Kosmala

 

BLOW UP PRESS: LA STORIA INNANZITUTTO
Aneta Kowalczyk, Grzegorz Kosmala + Lorenzo Castore

25 settembre presentazione e firmacopie / con Lorenzo Castore e Francesco M. Cataluccio / a FM
26 settembre letture portfolio, presentazione libro, esposizione e vendita del catalogo / a Micamera

Quando Aneta Kowalczyk e Grzegorz Kosmala hanno fondato BLOW UP PRESS nel luglio 2012 a Varsavia, non aveva nulla a che fare con i libri. Era un editore di contenuti online con due e-magazine: doc! photo magazine – mensile dedicato alla fotografia documentaria contemporanea, e contra doc! – trimestrale dedicato alla fotografia d’arte. Il primo passaggio alla carta è avvenuto con la fusione delle due riviste e la stampa di un unico magazine.
La spinta che ha portato alla nascita di BLOW UP PRESS è la passione, il desiderio di condividere la buona fotografia con altre persone e di aiutare i fotografi a raggiungere un nuovo pubblico (a questo proposito, hanno in programma per il 2020 un progetto molto interessante che riguarda i fotografi alla ricerca di un editore per il primo libro, ne parleranno a Milano!)

Il primo libro monografico esce a fine 2017 e trova subito ottimo riscontro. L’autrice è una donna, la celebre fotogiornalista polacca Agata Grzybowska: 9 Gates of No Return esplora le diverse storie di nove persone che hanno abbandonato la città per trasferirsi nei boschi delle montagne della Polonia meridionale. L’edizione polacca del libro va fuori catalogo nel giro di un mese e il volume vince due premi come miglior libro fotografico dell’anno: si apre la strada del riconoscimento internazionale.

 

da 9 Gates of No Return di Agata Grzybowska

 

Per Agata e Grzegorz era la spinta necessaria per buttarsi e lavorare su altri progetti. Infatti, da lì a poco escono nuovi titoli che delineano un catalogo dedicato a temi intimi e profondi dell’essere umano: l’identità (sessuale), la trasformazione, la perdita, l’amore, la dipendenza.



Per BLOW UP PRESS la priorità assoluta è il contenuto. Come dice il loro slogan, ciò che conta è la storia.

L’oggetto-libro, disegnato con grande cura, viene presentato in piccole e preziose tirature. Aneta e Grzegorz sono editori con un peso specifico importante: danno un’impronta decisiva ai progetti che pubblicano, preferiscono non lavorare con i menabò, vogliono vedere il maggior numero possibile di immagini, passando attraverso l’intero processo di editing con l’autore e poi lavorando insieme al design – in alcuni casi occupandosi della progettazione del libro senza il contributo del fotografo, che si affida completamente a loro.

Aneta e Grzegorz saranno a Milano per due giorni dopo il festival Unseen di Amsterdam, dove lanceranno la loro nuova pubblicazione Over.State di Ilias Georgiadis, che poi sarà presentata a Micamera (prima libreria in assoluto ad avere il libro!

).

da LAND di Lorenzo Castore

 

*mercoledì 25 settembre alle 18.30 saranno ai Frigoriferi Milanesi con Lorenzo Castore e Francesco M. Cataluccio per presentare il libro LAND. Pubblicato nel 2019, LAND è la storia di un luogo – Gliwice, nella regione polacca detta Slesia – e delle persone che ne fanno parte. Con la sua struttura cinematografica, LAND è un racconto dei viaggi dell’autore, un diario fotografico. Castore arrivò in questi luoghi alla fine degli anni novanta, alla ricerca di un nuovo modo di esprimere le proprie emozioni. Incantato dalle persone che ha incontrato sul suo cammino, è tornato molte volte per quasi 20 anni.
La presentazione sarà seguita dal firmacopie. (prenota la tua copia qui!)

*giovedì 26 settembre gli editori saranno da Micamera.
Nel pomeriggio, dalle 14.30 alle 18.30, è possibile prenotare una lettura portfolio con loro. E’ un’occasione preziosa per avere un feedback da un editore e candidare il proprio lavoro.
Alle 19 Aneta Kowalczyk e Grzegorz Kosmala terranno un incontro gratuito e aperto a tutti. Racconteranno della casa editrice, dei titoli pubblicati, dei prossimi progetti e risponderanno alle domande del pubblico.

Per la lettura portfolio:
40€ (+IVA) per un incontro di 30 minuti durante il quale potrete presentare un progetto che ritenete completo o pronto per il libro; 80€ (+IVA) per più di un progetto (un’ora di tempo)

per prenotare invia un’email a giulia@micamera.com o chiama il numero +39 02 45481569

Le pubblicazioni saranno disponibili all’acquisto (guarda in libreria)

da Over.State di Ilias Georgiadis

 

Aneta Kowalczyk risiede a Varsavia (Polonia) | grafica e photo-editor autodidatta | gestisce il proprio studio di design (dal 2010) | direttore artistico di BLOW UP PRESS (dal 2012) | designer di molti libri fotografici di fama internazionale, tra cui 9 Gates of No Return di Agata Grzybowska, Death Landscapes di Hubert Humka, e Deceitful Reverence di Igor Pisuk | premiata con il Bronze Prize nella categoria Magazine Visual Editor of the Year presso la 75esima edizione del concorso internazionale Pictures of the Year International per doc! photo magazine


Grzegorz Kosmala risiede a Varsavia (Polonia) | fondatore e amministratore delegato di BLOW UP PRESS | caporedattore di doc! photo magazine, editore di libri fotografici | ideatore di DEBUTS, piattaforma che promuove i fotografi emergenti | giurato in concorsi fotografici internazionali, tra cui Siena International Photography Awards, Gomma Photography Grant, Urban Photo Awards e Poznań Photo Diploma | diplomato presso la Nowy Sącz School of Business (Polonia) presso la Media Management and International Relations and Diplomacy faculties.

 

da Deceitful Reverence di Igor Pisuk

 

ringraziamo l’Istituto di Cultura Polacca per il supporto

 


Awesome Works