logo

Michael Wolf e Hannes Wanderer – workshop

Quando:
9 giugno 2018@10:00–18:00
2018-06-09T10:00:00+02:00
2018-06-09T18:00:00+02:00
Dove:
Micamera
Via Medardo Rosso
19, 20159 Milano MI
Italia
Contatto:
Giulia Zorzi
+39 02 4548 1569

This post is also available in: Eng

Michael Wolf_Paris rooftops, Paris 2014

GUIDA ESSENZIALE ALLA REALIZZAZIONE DI UN LIBRO (in fotografia)
workshop con MICHAEL WOLF e HANNES WANDERER
sabato 9 e domenica 10 giugno 2018
Micamera, Milano

Due giorni con il fotografo Michael Wolf e l’editore Hannes Wanderer.

Negli ultimi dieci anni, Michael Wolf ha pubblicato 20 libri con la casa editrice di Wanderer Peperoni Books. Un numero che è il risultato di una grande sintonia creativa e pratica. Tra questi, il catalogo retrospettivo Works (uscito nel 2017 e già alla terza edizione), Architecture of Density, Tokyo Compression, Real Fake Art, senza dimenticare A Series of Unfortunate Events, il primo libro a usare immagini tratte da Google Street View.

Nel corso del fine settimana, Michael Wolf e Hannes Wanderer racconteranno della loro collaborazione e di questo viaggio comune nel mondo della fotografia. Soprattutto, offriranno un duplice punto di vista sui lavori di tutti i partecipanti al workshop, che verranno discussi insieme. I due docenti daranno preziosi consigli, aiuteranno a impostare il lavoro e a renderlo migliore.

Questo workshop è organizzato nell’ambito del Public Program legato alla mostra di Michael Wolf presso la Fondazione Stelline (dal 10 maggio al 22 luglio, tutte le informazioni qui) ed è pensato per chi vuole conoscere a fondo il processo che porta alla nascita di un libro e capire come promuoverlo in seguito. E’ un corso suggerito anche a chi ha già iniziato a lavorare a un progetto e si chiede come procedere.

In due giorni verranno illustrati i meccanismi del percorso editoriale e sarà offerta un’occasione concreta: presentare e discutere un progetto con un editore dal profilo internazionale.

La libreria presso Fondazione Stelline, a cura di Micamera, ospiterà il pop-up store dedicato a Peperoni Books. Ingresso alla mostra ridotto per i soci dell’Associazione culturale Micamera.

Hannes Wanderer è stato ospite di Micamera diverse volte. Dalla collaborazione con l’editore tedesco sono nati alcuni libri di autori italiani: Tangenziale di Alessandro Pardi (poi selezionato ed esposto nella mostra A Decade of Publishing presso il Forum für Fotografie di Colonia e presentato a Bookcity a Milano), JEST di Ilaria Turba, che poi è stata anche una mostra esposta a Nantes presso lo spazio L’Atelier, The Eyes Can See What The Mouth Cannot Say di Jacopo Benassi, curato da Micamera in occasione della mostra milanese, mentre altri libri sono in via di progettazione.

I libri di Michael Wolf e i libri di Peperoni Books sono disponibili presso il bookshop delle Stelline, la libreria Micamera a Milano e online a questo link

Info:
quando: sabato 9 e domenica 10 giugno 2018
dove: Micamera, via Medardo Rosso 19, Milano
(cerchi un alloggio a Milano? Chiedici aiuto)
quanti: massimo 14 studenti
costo: 330 € / 280 € (sconto per chi ha già frequentato un workshop di Micamera)
iscrizioni e informazioni: Giulia Zorzi: associazione@micamera.it / 02 4548 1569 / 335 6817 917

Programma del corso

Sabato mattina
°Hannes Wanderer spiegherà cosa significa produrre e pubblicare un libro di fotografia. Le differenze tra l’autoproduzione e il lavoro con un editore.
Verranno presentati due casi concreti per spiegare gli obbiettivi e i lati positivi e negativi di entrambe le possibilità.

°Michael Wolf racconterà della propria carriera di fotogiornalista, della decisione di interromperla e dedicarsi a una carriera autoriale differente, lavorando soprattutto con i libri e nelle gallerie.
Spiegherà il proprio approccio e presenterà alcuni dei suoi più importanti lavori.

Sabato pomeriggio
I partecipanti presenteranno i propri lavori (possono scegliere se usare il proiettore o portare le stampe) e ne discuteremo la qualità, la rilevanza e le possibilità di presentazione in una mostra e /o in un libro.

Domenica – tutto il giorno
Proseguirà il lavoro sui diversi progetti. Michael Wolf e Hannes Wanderer si siederanno con ciascun partecipante e discuteranno proposte, commenti, critiche e consigli fino ad arrivare a una concreta ipotesi di presentazione di ogni progetto.

BIOGRAFIE

Hannes Wanderer

Hannes Wanderer

Hannes Wanderer è nato ad Hameln, in Germania, nel 1958. I genitori possedevano una tipografia e Wanderer è cresciuto a contatto con la carta

stampata. Nel 1979, terminata la formazione di addetto prestampa, si è trasferito a Berlino, dove ha lavorato per diverse società. Nel 1997 è stato tra i fondatori dell’agenzia di comunicazione Peperoni Advertising Agency per la quale si è occupato di ideazione, testo, grafica e fotografia. Nel 2004 esce il suo libro Time Out il primo della casa editrice Peperoni Books. Dal 2009 ha diretto anche la libreria con piccolo spazio espositivo 25books, nonché il negozio on line e il blog – un progetto attualmente in corso di trasformazione. Oltre a pubblicare libri di fotografia, tutti stampati dalla tipografia di famiglia Wanderer, Hannes Wanderer tiene o ha tenuto lezioni e workshop per Ostkreuz e la New School for Photography di Berlino, HAW Hamburg, Hartford Art School, la Rodchenko School di Mosca, e presso i vari Festival dedicati al libro fotografico.

Michael Wolf è nato a Monaco, Germania, e vive a Hong Kong.
Michael Wolf è attratto dalle megalopoli e molti dei suoi progetti documentano l’architettura e la cultura delle grandi città. Cresciuto in Canada, Europa e Stati Uniti, Wolf ha studiato alla UC Berkley e alla Folkwang School di Essen (Germania) con Otto Steinert. Si è trasferito a Hong Kong nel 2004 dove ha lavorato per 8 anni come corrispondente della rivista Stern. Dal 2001 si dedica ai propri lavori, molti dei quali sono diventati libri.

Il suo lavoro è stato esposto in diverse sedi, tra cui la Biennale di Architettura di Venezia e quella di San Paolo in Brasile, Aperture Gallery a New York, il Museo di Vaprikki di Tampere, in Finlandia, il Museo del Lavoro di Amburgo, il Museo Kestner di Hannover e il Museo Folkwang in Germania, la Biennale di Hong Kong e Shenzhen, il Museo di Fotografia Contemporanea di Chicago. Tra le collezioni permanenti che accolgono le sue opere, il Metropolitan Museum of Art di New York, il Brooklyn Museum, il Museo d’Arte di San Jose in California; il Museo di Fotografia Contemporanea di Chicago, il Museo Folkwang di Essen, il Museo Tedesco di Architettura di Francoforte e l’Heritage Museum di Hong Kong.

Life in Cities – la retrospettiva dedicata al suo lavoro – è stata una delle mostre centrali del Festival di Arles nel 2017 e un grande successo presso il Museo di Fotografia dell’Aia. E’ in mostra a Milano presso Fondazione Stelline dal 10 maggio al 22 luglio 2018 (link)

Ha vinto due volte il primo premio del World Press Photo (nel 2005 e nel 2010) e un’altra volta ha ricevuto una menzione d’onore (2011). E’ stato tra i finalisti del premio di fotografia Prix Pictet (2010 e 2017)
Ha pubblicato oltre 25 libri fotografici – quasi tutti con la casa editrice fondata a Berlino da Hannes Wanderer. Ricordiamo: Works (2017), Tokyo Compression Final Cut (2017), More HK Informal Seating Arrangements (Peperoni Books, 2015), HK Umbrella (Peperoni Books, 2015), HK Informal Seating Arrangements (Peperoni Books, 2015), HK Flora (Peperoni Books, 2014), HK Trilogy (Peperoni Books, 2013), Small God Big City (Hong Kong University Press, 2013), Bottrop Ebel 1976 (Peperoni Books 2012), Tokyo Compression Three (Peperoni Books/Asia One 2012), Architecture of Density (Peperoni Books/Asia One 2012), Hong Kong Corner Houses (Hong Kong University Press, 2011), Portraits (Superlabo, Japan, 2011), Tokyo Compression Revisited (Peperoni Books/Asia One, 2011), Real Fake Art (Peperoni Books/Asia One, 2011), FY (Peperoni Books, 2010), A Series of Unfortunate Events (Peperoni Books, 2010), Tokyo Compression (Peperoni Books/Asia One 2010), Hongkong Inside Outside (Asia One/Peperoni Books, 2009), The Transparent City (Aperture, 2008) e Sitting in China (Steidl, 2002).

Link:
Fondazione Stelline
Peperoni Books
Michael Wolf