logo

FREEDOM DAY – FEHLSTELLE e Livio Senigalliesi + ospiti

This post is also available in: Eng

9-15 novembre 2009

Il 9 novembre 2009 ricorrerevano i vent’anni dalla caduta del muro di Berlino. Milano si preparava a celebrare questo momento con due installazioni pubbliche, visibili per una settimana, dal 9 al 15 novembre, volte a ricreare e ricordare l’atmosfera e le emozioni vissute in Germania in quei giorni.

LIVIO SENIGALLIESI
1989 Berlino anno zero. Le immagini del fotoreporter Livio Senigalliesi sono state esposte in via Sirtori di fronte al 32 (zona Porta Venezia), dove è stata ricostruita una sezione simbolica del muro – 15 metri di lunghezza x 3,60 metri di altezza. Senigalliesi ha realizzato alcune immagini che hanno fatto la storia – come le primissime fotografie dell’edificio della Stasi – e documentato una Germania che oggi non esiste più. 22 fotografie in bianco e nero che ci hanno riportato direttamente a Berlino alla fine degli anni ’80.
Inaugurazione lunedì 9 novembre alle ore 19.00 con una performance di live painting dell’artista Giona Bernardi.

FEHLSTELLE
LA ZONA. Tra le torri di vedetta all’Isola. I FEHLSTELLE sono un collettivo di artisti, ex studenti di Thomas Ruff presso la celebre scuola d’arte di Düsseldorf. Qui a Milano hanno innalzato due torri di vedetta del muro di Berlino, quelle che sorvegliavano l’area circostante. Il luogo prescelto è stato il cavalcavia Bussa, perché metteva in relazione due parti della città di Milano divise dai binari e dalla stazione ferroviaria di Porta Garibaldi. La cornice era quella del quartiere Isola, una zona che allora si presentava come un cantiere aperto, un luogo in via di trasformazione da quartiere degli artigiani a Città della Moda. Le due torri erano alte 9,5 metri e illuminavano il cavalcavia (reso appositamente buio) con delle luci di controllo, ricreando quella sensazione di disagio e ansia vissuta in quegli anni dal popolo della Germania est e trasformando allo stesso tempo il cavalcavia in un teatro a cielo aperto, su cui sono stati invitati ad esibirsi altri artisti.
I FEHLSTELLE sono: Thyra Schmidt, Barbara Hilski, Thomas Neumann, Johannes Döring, Jürgen Staack

L’inaugurazione di questa installazione è stata martedì 10 novembre a partire dalle ore 19.00

Ecco quali artisti sono stati ospitati su questo ‘palcoscenico’:
· SchillerWendt _ Christian Schiller e Marianne Wendt sono due autori tedeschi che qui hanno proposto l’installazione sonora ‘GRENZLAND’ (terra di confine), composta appositamente. Due tracce di 20 minuti ispirate agli eventi accaduti nell’estate del 1989 in Ungheria – lungo il cui confine i tedeschi dell’est si ammassano per attraversare il confine. L’11 settembre 1989 l’Ungheria apre definitivamente i confini ai cittadini tedeschi.
· Orticanoodles _ Orticanoodles è una tag che compare per la prima volta nel 2005 a Milano.
Caratteristico di Orticanoodles è l’utilizzo della tecnica Stencil come nuova forma derivante dalla Graffiti Art.
Per questa installazione, dal titolo ‘La prigione.’ gli Orticanoodles hanno rappresentato la costrizione che il muro di Berlino esercitava sulle persone, realizzando un’opera su un lato di una torre (7×4,14 metri), esibendosi in un live painting cominciato il giorno dell’inaugurazione e proseguito nei giorni successivi.
· Studio Trickster (Karin Freschi, Filippo Borella) è un gruppo mobile di artisti che indaga i confini tra pubblico e privato rovesciando la funzione sociale di spazi urbani e domestici, sperimentando situazioni e azioni atte a nuove resistenze. Geboren zum fallen /Born to fall è un’azione in memoria della caduta del muro di Berlino. Impenetrabile, isolante, respingente. Il muro è un elastico: accoglie i tentativi di contatto, dà illusione di prossimità e poi amplifica la sua forza di rifiuto, allontana, scoraggia, strema.
Due infaticabili gruppi di persone divise dal muro cercano un contatto al di là, un’ unione che avverrà solo a corpi inermi.
LA ZONA. Tra le torri di vedetta all’Isola è un progetto di FEHLSTELLE a cura di Giulia Zorzi e Flavio Franzoni per micamera, con la collaborazione di Alessandra Così.

DIBATTITO
Mercoledì 11 novembre: incontro con Livio Senigalliesi, l’inviata del Morgenpost Uta Keseling, i FEHLSTELLE e il direttore de L’Europeo Daniele Protti. Interviene Edoardo Croci, Assessore alla Mobilità, Trasporti e Ambiente del Comune di Milano. A seguire, aperitivo.

Documentazione video di tutti gli eventi ad opera di Ilaria Turba / produzioni Lijtu

Un’iniziativa di Milano Immagina a cura di micamera. Main sponsor: Knauf, sponsor ufficiale: Ballarini.
Sponsor tecnici: sixpeople.it, Bagra, DVDV Davide Vizzini Arch, The Photographers’ Room, LAB Laboratorio Arti Bovisa, Anniluce

Con il patrocinio di: Regione Lombardia, Camera di Commercio Italo-Germanica, Consolato Generale della Repubblica Federale di Germania – Milano, Goethe Institut Mailand