logo

Michael Kenna e Ilaria Turba

This post is also available in: Eng

13 febbraio – 29 marzo 2008

DAL BASSO
Fotografie per occhi da bambini

Micamera dedica un’esposizione fotografica (anche) ai bambini. Grazie alla collaborazione di due autori di primo piano – Michael Kenna e Ilaria Turba –  proponiamo una mostra che, per la prima volta, vuole avvicinare i bambini all’arte fotografica creando un evento in cui grandi e piccoli possano per una volta condividere il piacere di vedere una bella mostra di fotografia e videoarte. A questo scopo abbiamo ingaggiato due autori molto diversi tra loro che si incontrano per l’occasione: Michael Kenna  e Ilaria Turba.

Michael Kenna è uno dei fotografi di fine-art più famosi al mondo. Celebre per la fotografia di paesaggio, alcuni anni fa ha però realizzato un progetto all’interno della scuola materna frequentata dalla figlia, cogliendo i giochi e gli oggetti che appartengono al mondo dell’infanzia e in qualche modo lo rappresentano. Questo lavoro è diventato un libro, Monique’s Kindergarten – che ha segnato l’inizio della fruttuosa collaborazione con la casa editrice Nazraeli Press. Le 20 immagini di Monique’s Kindergarten saranno esposte in un allestimento pensato per rendere fruibile la mostra da parte dei bambini – quindi ad altezza bambino – e affiancate da una costante rilettura del lavoro del fotografo realizzata proprio dai bambini, in uno speciale allestimento. L’associazione Pane arte marmellata realizzerà infine alcuni laboratori.

Al piano inferiore sarà realizzata un’istallazione video site-specific di metropoliTANA, il progetto legato al mondo sotterraneo della metropolitana e che ha visto la fotografa e videoartista Ilaria Turba collaborare, per l’occasione, con la scrittrice di fiabe per bambini Chiara Carminati. Ilaria Turba è un talento della fotografia italiana. Già esposta in Italia e all’estero all’interno di vari luoghi istituzionali, Ilaria Turba ha realizzato questo progetto all’interno della metropolitana milanese. Sei storie ambientate in questo mondo sotterraneo apparentemente disabitato scoprendo degli esseri fantastici che qui hanno fatto la loro “TANA”.

Qualche tempo dopo la mostra, il testo di metropoliTANA è stato tradotto in inglese, diventando così tubeLAIR, e qui potete vedere una fermata di questa rarissima versione (sottotitolata in francese!), per la quale Michael Kenna ha prestato la propria voce:

Questa, invece, è in italiano: