logo

Silvia Camporesi – Down by the water

This post is also available in: Eng

inaugurazione 11 maggio 2010 – in mostra fino al 5 giugno a micamera
inaugurazione 10 settembre 2010 – in mostra fino al 3 ottobre presso il SI Fest
a cura di micamera / Giulia Zorzi e Flavio Franzoni

Da dove nasce l’ispirazione artistica e come si trasforma? Come nasce un progetto e quali immagini si lascia alle spalle? Abbiamo ripercorso insieme a Silvia Camporesi i lavori realizzati fino ad oggi, cercando di descrivere una linea che restituisse l’intensità del processo creativo.
La scelta dell’acqua come elemento che lega tutti i lavori qui rappresentati è fortemente simbolica – l’acqua come fonte di creatività – ma l’acqua è di fatto molto presente nel lavoro della Camporesi, in cui è filtro che trasforma oggetti e persone.
Allo stesso tempo è priva di caratteristiche proprie – è inodore, incolore, insapore – e quindi può assumerle tutte e per induzione farle assumere anche ai soggetti che vi si immergono.
Nell’opera di Silvia Camporesi, all’origine di un’idea artistica c’è spesso una lettura. Nel tradurre un’idea in opera, l’autrice disegna dei veri e propri storyboard, prende nota delle proprie riflessioni, cerca immagini e riferimenti ma progetta anche il luogo adatto allo scatto, pensa a tutti gli oggetti che compariranno in scena, sceglie le persone.
E’ forse il momento più complesso, perché è in questa fase che nasce l’opera. Non potevano quindi mancare i quaderni dell’artista, divisi tra quaderni di parole e quaderni di immagini, a testimonianza del percorso di ricerca.

I lost my heart under the bridge to that little girl so much to me and now I moan and now I holler she’ll never know just what I found
(PJ Harvey, Down by the water)

Silvia Camporesi (Forlì, 1973)
Principali mostre personali
2010 “Eravamo persone come alberi”, cur. L. Panaro, Galleria Betta Frigieri, Modena 2009 “Le ragioni del peso”, cur. W. Guadagnini, Galleria dell’Arco, Palermo 2008 “Gradozero”, cur. L. Panaro, Galleria Marconi, , Cupra Marittima (Ap) 2007 “Dance dance dance” Critica in Arte, cur. C. Casali, MAR, Ravenna 2006 “Terrestrial clues”, cur. M. Weber, Istituto Italiano di Cultura, Pechino (RPC) 2005 “Il secondo viaggio”, Rebecca Container Gallery, Genova 2004 “Friends become enemies”, Rebecca Container Gallery, Genova
Principali mostre collettive
2009 “Rileggere l’immagine. La fotografia come deposito di senso”, cur. L. Panaro, Fiera di Bergamo 2008 “Talent prize”, mostra del Premio, Museo del Corso, Roma – “Videoart Yearbook 2008”, cur. F. Naldi, Galleria Civica, Trento – “V.a.i. rassegna di videoarte italiana”, cur. E. Tomaselli, CAM, Napoli – 2007 “Cow Parade”, progetto della Regione Lombardia, Bicocca Village, Milano – “Confini”, cur. R. Paiano, Oratorio di San Sebastiano, Forlì – “Il demone meridiano”, cur. V. Siviero, Galleria Passoblu, Torino 2006 “49° premio Campigna”, cur. C. Casali, Galleria d’Arte “Vero Stoppioni, Santa Sofia (Fc) – “If you feel something say something”, progetto DARS, CVB Space, New York (USA) 2005 “Sound check”, cur. M.Casati, Collegio Cairoli, Pavia – “Italian camera”, cur. R. Gavarro, Isola di San Servolo, Venezia – “Lo sguardo italiano”, cur. by F. Bonami e M. L. Frisa, Rotonda della Besana, Milano 2004 “Premio internazionale Robinson”, cur. M. Coccia, Flash Art Museum, Trevi (Pg) – “Premio Carmen Silvestroni”, cur. R. Paiano e R. Daolio, Palazzo Albertini, Forlì – “Tell me why”, cur. F. Maggia, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Guarene d’Alba (Cn)

Date: Maggio 11, 2010